Eventi

Art For the Blind, percorso tattile al Museo dell’Ara Pacis

Abbattere le barriere fisiche e sensoriali per realizzare l’inclusione, nei fatti e non soltanto a parole. Questo il percorso che Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, insieme ai servizi museali di Zètema Progetto Cultura, ha avviato in numerosi spazi del Sistema Musei Civici proponendo una variegata offerta di percorsi tattili e di attività di formazione nell’ambito dell’iniziativa “Musei da toccare”.

Nel solco di questo tracciato che mira a rendere l’arte accessibile, ha inaugurato pochi giorni fa Art For the Blind, progetto sperimentale unico nel suo genere pensato da e per i non vedenti al Museo dell’Ara Pacis. I visitatori affetti da cecità o da patologie riduttive della vista potranno accedere allo straordinario patrimonio del museo imparando a conoscere il passato dell’Urbe, la storia dell’altare e di Augusto attraverso una nuova forma di esplorazione plurisensoriale, in equilibrio perfetto tra emozione e rigore storico-artistico.

In assenza della vista saranno le mani ‘a vedere’ grazie a una tecnologia innovativa, composta da: un anello sensoriale, vero elemento di innovazione, in grado di riconoscere gli speciali sensori applicati accanto alle opere e di avviare le informazioni audio descrittive; un sistema di speciali sensori incapsulati su codifica Braille, posti sulle basi delle opere o delle riproduzioni delle stesse; un tablet, con note audio che raccontano aneddoti e storie legate ai segmenti di opera attivati; una mappa tattile detta “thermoform” (realizzata in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Milano) con informazioni utili alla sicurezza (es. ostacoli fisici) e una guida alla dislocazione delle opere, per una maggiore autonomia all’interno dello spazio museale.

Lungo il percorso, articolato in sei punti, il visitatore potrà ascoltare la descrizione della zona del Campo Marzio – così come appariva all’epoca di Augusto – conoscere i protagonisti della famiglia imperiale e, successivamente, grazie al modello dell’Ara, esplorare i diversi segmenti architettonici del monumento oltre che i pannelli della Terra madre, delle processioni, della Dea Roma e del Sacrificio di Enea.

Infine, sul monumento vero e proprio sarà possibile effettuare la visita interna dell’altare ed esplorare uno dei pannelli del fregio vegetale.

L’iniziativa, come molte altre inserite nel circuito “L’Arte ti Accoglie: progetti di accessibilità nei Musei Civici”, si concluderà a fine anno, il 31 dicembre.

Ingresso e partecipazione ad Art For the Blind sono gratuiti ma la prenotazione è obbligatoria.

 

Per informazioni, tel. 060608, Musei in Comune Roma

 

Pubblica commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*