News

Nuove norme sull’assunzione di lavoratori con disabilità

Dal 1 gennaio 2018 è entrata in vigore la normativa in base alla quale le aziende con 15 o più dipendenti sono tenute ad assumere una persona con disabilità senza che si renda, al contempo, necessaria un’altra assunzione (come prevede la legge 12 marzo 1999, n. 68, art. 3 comma 2).

La scadenza per mettersi in regola è di due mesi, quindi entro il 1 marzo i datori di lavoro che abbiano alle proprie dipendenze dai 15 ai 35 lavoratori dovranno adeguarsi alla normativa. Che vale anche per partiti politici, sindacati e onlus.

Dai 36 ai 50 dipendenti il numero dei lavoratori con disabilità dovrà invece essere pari a due, mentre nelle aziende con oltre 50 dipendenti la percentuale da raggiungere sarà del 7%.

In caso di inadempienza, i datori andranno incontro a sanzioni amministrative di € 153,20 per ogni giorno (lavorativo) di ritardo nella mancata assunzione rispetto alla data di entrata in vigore dell’obbligo; € 635 se non è stato inviato il prospetto informativo e € 31 per ogni altro giorno di ritardo

 

Pubblica commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*